MAURIZIO FALAVIGNA

R&D Manager Instrumentation

CURRICULUM  VITAE :

Laurea in Ingegneria Nucleare indirizzo Elettronico ( giugno 1986 ) Un buon Inglese parlato e scritto, lo spagnolo fluente imparato in sudamerica  (“aprendido por la caglie “   … imparato per le strade di Asuncion ).

PRESENT POSITION:

Integrated Systems Engineering Srl., Via G. Fantoli 16/15 – 20138 Milano (MI) – from 2003

Research and Development Manager per lo sviluppo di applicazioni bioingegneristiche e di strumenti biotecnologici.

Sviluppo di un rack di controllo centrale per l’automazione di un frigorifero intelligente disegnato per la   criopreservazione di materiale biologico (Smartfreezer) in collaborazione con Angelantoni Industrie.

Sviluppo di un nuovo Tissue Microarrayer semiautomatico per i laboratori di anatomia patologica sia per le attività di ricerca scientifica che per la diagnostica di routine.

 

PREVIOUS POSITIONS AND RESPONSIBILITIES:

 

T.P.A . ( Tecnologie e Prodotti per l’ Automazione ) ( Milano, dal 1983 fino al 1984 )

Progetto ed installazione di un robot di saldatura automatico per una linea di assemblaggio.

Laben  ( Laboratori Elettronici e Nucleari )  ( Vimodrone, dal Luglio 1986 fino al Settembre 1989 )
Project Engineer nel reparto di elettronica per lo spazio (H/W di Bordo)

Progetto e sviluppo del Data Handling Unit di I.O.C.(Inter Orbit Communication), esperimento montato sul satellite Eureca
Integrazione ed Acceptance Test della C.T.U. (Central Terminal Unit) del satellite Tethered in stretta collaborazione con Aeritalia.
Design di una piastra analogica dedicata al monitoraggio di precisione della temperatura per B.D.P.U. (esperimento scientifico montato in rack a bordo dello Space Shuttle).
Design della C.T.U. del satellite I.S.O. (Infrared Space Observatory), ho affrontato così le problematiche relative alla affidabilità dei sistemi elettronici  (Funzionalità ridondate e codici per la rivelazione e la correzione automatica degli errori nelle celle  Ram causate dalle radiazioni nello spazio).

Meeting con i partner nazionali ed internazionali (Aeritalia, Selenia Spazio,Matra, Aerospaziale, Cnes, MBB, Erno, ESA, Ferranti, NASA) scandivano l’ avanzamento dei progetti.

Kontron Instruments   ( Milano, dal Settembre 1989 al Gennaio 1996 )
System Engineer per la strumentazione dedicata alla High Performance Liquid Chromatography , alla Spettrofotometria e Spettrofluorimetria.

Per circa due anni mi sono occupato del Design H/W della strumentazione, fino alla realizzazione dei prototipi dei nuovi strumenti ed al completamento dei test di affidabilità e Compatibilità Elettromagnetica.

In seguito alla  riorganizzazione  del  reparto  di Ricerca e Sviluppo ho assunto la  responsabilità della progettazione elettronica per tutte le linee dei prodotti  Kontron: Ventilatori Polmonari per anestesia, Centrifughe ed Ultracentifughe da laboratorio, H.P.L.C , Spettrofotometri, Spettrofluorimetri.
Gestione di un team di sette progettisti H/W per  tutte le  attività di progetto, documentazione, validazione e test.
Attività  divulgativa e di documentazione  delle  procedure di reparto relative alla normativa per la Qualità ed  ottenimento della certificazione ISO-9001.

Elcon Instruments    ( Mezzago, dal Gennaio 1996 al Giugno 2001)
Responsabile di Produzione e Collaudo per i prodotti a Sicurezza Intrinseca.

Gestione di un team di cinque persone in Produzione e di cinque in Final Testing.
Costituzione del reparto di Continuous Engineering per il miglioramento continuo dei prodotti in produzione e per  la interfaccia con la Ricerca e Sviluppo.
Design H/W-S/W e realizzazione dei Test Equipment (utilizzati in Final Testing e presso i terzisti per il Preliminary Test) per il collaudo di tutti i prodotti in linea.

Inpeco   ( Segrate, dal Giugno 2001)
Responsabile dell’ Electronic & System Design per la Ricerca e Sviluppo .

Sviluppo di robot di  automazione per i laboratori di analisi chimica e chimico-clinica. Prodotti disegnati per un mercato internazionale (marcature CE, UL, CSA) e per clienti importanti ed esigenti (Olympus, Dade Bering, Chiron, Glaxo, Beckman Coulter, Johnson&Johnson).
Progettazione di un robot per l’automatizzazione dello stoccaggio di materiali biologici (campioni di tessuti, cellule staminali, etc.) a bassissime temperature.
Allestimento dei prototipi, collaudo, revisione critica del design e validazione; documentazione di progetto ed ingegnerizzazione di prodotto.